Le truffe agli anziani: le regole d'oro dei carabinieri per la terza età

Un  

ampio  

progetto  

che  

i  

carabinieri  

portano  

avanti  

da  

tempo  

su  

tutto  

il  

territorio  

nazionale.

Se  

da  

un  

lato  

le  

truffe  

consumate  

via  

web  

continuano  

a  

mietere  

vittime  

tra  

la  

popolazione  

più

giovane  

che  

ha  

quotidianamente  

accesso  

a  

internet,  

anche  

gli  

anziani  

sono  

costantemente

esposti ai raggiri architettati da persone senza scrupoli che approfittano della loro debolezza.

Le truffe più diffuse

Fra  

i  

trucchetti  

più  

utilizzati  

quello  

di  

fingersi  

membri  

delle  

forze  

dell'ordine  

o  

tecnici  

che

devono  

sistemare  

gli  

impianti  

di  

casa,  

spesso  

millantando  

problemi  

gravissimi  

e  

rischiosi  

per  

la  

salute.  

In  

questo  

modo

i  

truffatori  

convincono  

gli  

anziani  

ad  

aprire  

la  

porta,  

li  

spaventano  

mandandoli  

in  

confusione  

e  

approfittano  

di  

un

attimo  

di  

distrazione  

per  

arraffare  

tutto  

il  

possibile.  

Ci  

sono  

addirittura  

gruppi  

organizzati  

che  

mettono  

in  

piedi  

una

farsa  

raccontando  

all'anziano  

che  

un  

suo  

parente  

è  

rimasto  

coinvolto  

di  

un  

grave  

incidente  

e  

necessita  

di  

soldi  

per

pagare  

cure  

e  

avvocati.  

Le  

povere  

vittime,  

distrutte  

dalla  

notizia,  

spesso  

consegnano  

spontaneamente  

contanti  

e

gioielli anche per migliaia di euro.

Le regole per non cadere in trappola

I  

militari  

spiegano  

le  

regole  

d'oro  

per  

non  

cadere  

nelle  

grinfie  

dei  

truffatori,  

prima  

tra  

tutte  

quella  

di

chiamare  

il  

112  

per  

qualsiasi  

necessità,  

anche  

quando  

si  

ha  

solo  

il  

sospetto  

di  

essere  

nei  

guai.  

Tra  

le  

altre

buone  

norme,  

mai  

aprire  

la  

porta  

agli  

sconosciuti  

e  

non  

abbassare  

la  

guardia  

quando  

si  

viene  

avvicinati

da  

persone  

che  

non  

si  

conoscono,  

anche  

per  

strada.  

Anche  

avere  

buoni  

rapporti  

con  

i  

vicini  

e  

controllarsi

a  

vicenda  

aiuta,  

come  

pure  

non  

credere  

a  

vendite  

e  

promozioni  

a  

domicilio  

o  

a  

richieste  

di  

denaro  

da

parte  

di  

tecnici  

e  

operai:  

nessun  

addetto  

di  

nessuna  

compagnia  

o  

azienda  

è  

autorizzato  

a  

ritirare  

soldi  

in

contanti.

approfondisci…

 

Pagine per  OVER Informati
   Indietro

Le truffe agli

anziani: le

regole d'oro dei

carabinieri per la terza età

Un   

ampio   

progetto   

che   

i   

carabinieri

portano   

avanti   

da   

tempo   

su   

tutto   

il

territorio   

nazionale.   

Se   

da   

un   

lato   

le

truffe  

consumate  

via  

web  

continuano  

a

mietere  

vittime  

tra  

la  

popolazione  

più

giovane      

che      

ha      

quotidianamente

accesso   

a   

internet,   

anche   

gli   

anziani

sono   

costantemente   

esposti   

ai   

raggiri

architettati   

da   

persone   

senza   

scrupoli

che approfittano della loro debolezza.

Le truffe più diffuse

Fra   

i   

trucchetti   

più   

utilizzati   

quello   

di

fingersi  

membri  

delle  

forze  

dell'ordine  

o

tecnici     

che     

devono     

sistemare     

gli

impianti   

di   

casa,   

spesso   

millantando

problemi   

gravissimi   

e   

rischiosi   

per   

la

salute.    

In    

questo    

modo    

i    

truffatori

convincono    

gli    

anziani    

ad    

aprire    

la

porta,    

li    

spaventano    

mandandoli    

in

confusione  

e  

approfittano  

di  

un  

attimo

di    

distrazione    

per    

arraffare    

tutto    

il

possibile.    

Ci    

sono    

addirittura    

gruppi

organizzati   

che   

mettono   

in   

piedi   

una

farsa   

raccontando   

all'anziano   

che   

un

suo  

parente  

è  

rimasto  

coinvolto  

di  

un

grave  

incidente  

e  

necessita  

di  

soldi  

per

pagare    

cure    

e    

avvocati.    

Le    

povere

vittime,   

distrutte   

dalla   

notizia,   

spesso

consegnano   

spontaneamente   

contanti

e gioielli anche per migliaia di euro.

Le regole per non cadere in

trappola

I   

militari   

spiegano   

le   

regole   

d'oro

per   

non   

cadere   

nelle   

grinfie   

dei

truffatori,  

prima  

tra  

tutte  

quella  

di

chiamare     

il     

112     

per     

qualsiasi

necessità,  

anche  

quando  

si  

ha  

solo

il  

sospetto  

di  

essere  

nei  

guai.  

Tra  

le

altre   

buone   

norme,   

mai   

aprire   

la

porta     

agli     

sconosciuti     

e     

non

abbassare    

la    

guardia    

quando    

si

viene    

avvicinati    

da    

persone    

che

non     

si     

conoscono,     

anche     

per

strada.  

Anche  

avere  

buoni  

rapporti

con  

i  

vicini  

e  

controllarsi  

a  

vicenda

aiuta,   

come   

pure   

non   

credere   

a

vendite  

e  

promozioni  

a  

domicilio  

o

a   

richieste   

di   

denaro   

da   

parte   

di

tecnici  

e  

operai:  

nessun  

addetto  

di

nessuna   

compagnia   

o   

azienda   

è

autorizzato     

a     

ritirare     

soldi     

in

contanti.

approfondisci…

INDIETRO
Pagine per  OVER Informati